Come smaltire il cartongesso?

Smaltimento cartongesso: tipi, riciclo e costi al kg

Il cartongesso nasce dall’unione del cartone e del gesso ed è uno dei materiali da costruzione più utilizzati nell’edilizia moderna grazie alle sue proprietà: leggerezza, economicità, velocità di applicazione, doti termoacustiche, proprietà termoisolanti, ignifughe e idrorepellenti. È un materiale particolarmente utilizzato  grazie alla sua facile reperibilità, al suo basso costo e alla sua duttilità.

Reperirlo e utilizzarlo è molto semplice grazie anche al suo basso costo (la lastra standard con misura 2 metri di altezza per 1,2 metri di larghezza ed uno spessore di 12,5 millimetri, ha un costo medio di circa 5 euro).

Ma le modalità di smaltimento a volte non sono sempre chiare.

Prima di capire come smaltire il cartongesso è necessario fare un’analisi preventiva e capire quanti e quali tipi di cartongesso vengono venduti sul mercato.

Il cartongesso viene classificato grazie alla differenziazione per tipologia e per ragione d’uso:

  • Per le pareti, gli abbassamenti o qualsiasi altra struttura che non richiede particolari caratteristiche, si utilizzano le lastre standard ovvero lastre in gesso rivestite da cartone. Tendenzialmente sono bianche e presenti in vari formati.
  • Se il materiale deve essere impiegato nelle zone esterne (al coperto) o in qualsiasi zona con una concentrazione di umidità alta è meglio utilizzare lastre di gesso rivestito idrofughe ovverossia addittivate con materiali che riducono l’assorbimento di acqua (generalmente silicone).
  • Nel caso di elementi di separazione ai quali vengono richieste proprieta’  termoacustiche le lastre vengono rivestite, su un lato, da un pannello di vario spessore in polistirolo, polistirene, sughero o lana minerale.
  • Nel caso in cui si voglia incrementare l’isolamento acustico il cartongesso viene anche accoppiato a guaine viscoelastiche, gomme vulcaniche, lane ad alta densità o a densità variabile, colle aventi funzione di barriera…
  • In caso di costruzioni ignifughe viene prodotta una speciale lastra addizionata con fibre di vetro e vermiculite, avente caratteristiche di reazione e resistenza al fuoco diverse…..
  • Il cartongesso resistente ai carichi è necessario per sopportare pesi elevati. Si tratta di lastre a densità maggiore additivate di fibre di legno. Generalmente con queste lastre si fanno controsoffitti portanti, tramezzi, piani lavello ect.
  • Per prevenire la diffusione delle radiazioni X si utilizza una lastra di cartongesso accoppiata sulla fascia posteriore da una lamina di piombo, pertanto il suo utilizzo avviene generalmente nelle sale di radiologia.
  • Il cartongesso Rei Classe A1 ha un rivestimento su ambo i lati formato da una carta a bassissimo potere calorico superiore. Caratteristica che le conferisce un comportamento di reazione al fuoco in euroclasse 1.
  • Il cartongesso flessibile è formato da lastre con spessore ridotto appositamente studiate per realizzare strutture dove sono previste delle curve.
  • Le lastre per esterno sono costruite con cemento alleggerito e servono per costruzioni esposte in esterno.

Come si intuisce, qualsiasi tipo di cartongesso non può essere gettato nell’indifferenziato; secondo le norme vigenti neanche le discariche comunali sono idonee per un rifiuto speciale come questo, che non rientra nella classificazione dei rifiuti urbani.

Quando il cartongesso giunge alla fine della sua vita è necessario riciclarlo presso discariche specializzate in cui verrà trasportato da aziende competenti nella sezione per lo smaltimento rifiuti.

Se hai bisogno di un aiuto per smaltire il cartongesso puoi affidarti agli esperti del settore delle costruzioni e dello smaltimento dei rifiuti. Nello specifico, Bonacina S.A.S., azienda con pluriennale esperienza nella lavorazione del cartongesso, è un partner di fiducia per lo smaltimento di questo materiale.

Cartongesso per ristrutturazione casa: come e dove utilizzarlo

Chi lo dice che serve aspettare la primavera per portare una ventata di aria fresca in casa?Ogni momento è buono per ristrutturare gli interni di casa tua.

Sia che tu abbia acquistato una casa nuova sia che tu l’abbia comprata dal proprietario precedente, quella casa non è ancora del tutto tua, fino a quando non l’avrai personalizzata a tuo piacimento. La personalizzazione dell’arredamento e della struttura dona senso di appartenenza al padrone di casa, che altrimenti si sentirebbe sempre: ospite a casa propria.

La miglior soluzione per la ristrutturazione è il cartongesso; un sistema di costruzione a secco, leggero, economico, duttile, versatile, resistente e personalizzabile in grado di rinnovare completamente il look della casa. Dal soggiorno alla camera da letto, questo materiale cade sempre a pennello grazie, anche, alla varietà di forme e colori realizzabili e al risparmio di tempo e risorse per l’installazione.

Ma come ristrutturare con il cartongesso?

Il cartongesso è applicabile in diversi contesti, permettendo la realizzazione di soluzioni su misura. Con questo materiale è possibile realizzare:

  • Pareti divisorie perfette per la ripartizione degli spazi in qualsiasi stanza della casa. Sono durature, efficienti, a secco, personalizzabili e non richiedono lavori invasivi. Un intervento in muratura, infatti, comporterebbe tempi di esecuzione più lunghi, maggior pesantezza, costi superiori e un disagio maggiore all’interno dell’abitazione.
  • Controsoffitti per isolare acusticamente e termicamente i locali, diminuire la dispersione di calore interno riducendo la cubatura dei locali quindi il volume da riscaldare. Questa soluzione rappresenta un connubio tra design e funzionalità perché può essere utilizzata per nascondere impianti e tubature, altrimenti antiestetici, o per migliorare l’illuminazione e l’acustica.
  • Pareti attrezzate con librerie, mensole di tutte le forme, misure, colori con aggiunta di ripiani e angoli. Una soluzione ingegnosa e salva-spazio, per esempio, è quella di sfruttare vani come il sottoscala e attrezzarlo con ripiani o mensole di cartongesso.
  • Mobile porta televisore o portaoggetti realizzato come fosse un prolungamento della parete che conferisce armonia e design a ogni ambiente.

Se hai bisogno di ristrutturare casa e vuoi metterti nelle mani di un professionista con un’esperienza pluriennale nell’installazione e smaltimento del cartongesso,non devi far altro che rivolgerti a Bonacina S.A.S.

Cartongesso fonoassorbente: come ridurre i rumori in modo pratico e veloce

Cartongesso fonoisolante e fonoassorbente

Quante volte hai desiderato comprare una casa su un’isola deserta solo per non dover più sentire quei fastidiosi rumori provenienti dalla strada o causati dal vicinato?

Per ovviare a questo problema è necessario insonorizzare le pareti perimetrali, le pareti confinanti con gli appartamenti vicini, i soffitti e infine gli alloggiamenti degli impianti.

Esistono, poi, determinate strutture che, per loro natura, necessitano un’insonorizzazione di alcuni ambienti al loro interno. Per ottenerla si può ricorrere alla tecnica dell’assorbimento acustico.

L’assorbimento acustico consiste nel bloccare il propagarsi delle onde sonore tra due ambienti grazie a varie tecniche e a materiali specifici che mitigano il riverbero delle onde stesse. L’energia sonora, infatti, quando incontra una superficie rigida si divide in tre parti:

  1. una prima parte viene riflessa nell’ambiente di provenienza
  2. una seconda parte viene assorbita dalla parete divisoria
  3. una terza pare attraversa la parete e invade l’ambiante vicino

Il cartongesso come isolante acustico

Uno dei materiali migliori per ottenere un assorbimento acustico pressoché totale è il cartongesso fonoassorbente. Questo particolare tipo di cartongesso forato, come lascia intuire il nome, è in grado di assorbire i suoni lasciandoli penetrare all’interno del pacchetto parete ed intrappolandoli poi nei materiali fonoassorbenti presenti nello stesso elemento (generalmente lane minerali). Oltre ad essere una soluzione piuttosto economica, si tratta di un materiale personalizzabile e di facile installazione.

Se hai bisogno di maggiore privacy e di abitare una casa silenziosa,puoi rivolgerti agli esperti della Bonacina S.A.S che si occuperanno di realizzare e installare manufatti in cartongesso più adatti alle tue esigenze.
Gli elementi fonoassorbenti e fonoisolanti realizzati da Bonacina S.A.S. sono appositamente progettati per garantire ottime performance nel tempo. Contattaci per maggiori informazioni!

Cartongesso curvo: le migliori realizzazioni per soffitti e non solo

Se stai ristrutturando casa e hai bisogno di cartongesso flessibile, non aspettarti di trovarlo pronto all’uso e già curvato.

Per ottenere un elemento curvo e’ necessario utilizzare profilati flessibili (guide e paraspigoli curvi) e lastre in cartongesso definite flex, lastre cioè di spessore inferiore alle tradizionali che possono essere curvate e modellate per realizzare elementi, soffitti e pareti curvilinee.

Spesso infatti la modernità espressa dagli immobili di nuova costruzione non lascia, per questioni funzionali ed economiche, spazio alle forme sinuose bensì si erge su semplici e talvolta scontate superfici lineari e spigolose che paiono prive di personalità e armonia.

Perché scegliere il cartongesso curvo?

Facile da modellare e più economico di molti altri materiali piu’ rigidi, il cartongesso curvo rappresenta la soluzione migliore per ottenere una casa che rappresenti il proprietario e che trasmetta una sensazione di accoglienza.

Ciò che puoi realizzare non ha limiti ma, se non sai da dove iniziare, ecco alcune idee che potrebbero ispirarti:

  • raccordare i pilastri della casa con elementi arcuati e a volta
  • costruire una mensola elegante e solida
  • costruire un mobile porta televisore o un mobile porta oggetti
  • costruire una libreria
  • realizzare un controsoffitto dal design curvo ed elegante
  • realizzare delle pareti curve

Il punto di forza delle costruzioni in cartongesso è la fusione con il contesto in cui si inserisce: sia curvato che rigido, il cartongesso crea un effetto ottico omogeneo che coinvolge tutto l’ambiente in cui si trova. Un mobile, un’arcata, una mensola in cartongesso sembrano una continuazione delle pareti o dei soffitti in muratura.

Se hai bisogno di un professionista per creare una parete, un controsoffitto o un complemento d’arredo in cartongesso che rispecchi le tue esigenze, Bonacina S.A.S è la realtà che fa per te. Non aspettare, chiamaci al più presto per un preventivo gratuito!